Si può mangiare il pesce in gravidanza?

Mangiare o non mangiare il pesce in gravidanza? Si può, a patto di sceglierne solo alcuni

Si può mangiare il pesce in gravidanza?
Si può mangiare il pesce in gravidanza?

Uno dei dilemmi cruciali di ogni futura mamma è se mangiare il pesce in gravidanza, oppure farne a meno. VAIN vuole solo elargire alcuni consigli, perché è ovvio che ogni donna è diversa e che ogni ginecologo, vedendo le analisi effettive, potrà rispondere in maniera eloquente e sicura alla futura mamma riguardo questo argomento.

Una donna in gravidanza dovrebbe mangiare molto pesce perché contiene sostanze molto indicate per il feto, ma alcuni pesci hanno delle sostanze che possono vanificare i benefici del mangiare pesce in gravidanza e avere gravi conseguenze per la crescita e la vista del nascituro. Quindi, meglio escludere il pesce a priori, oppure esistono dei pesci che si possono mangiare senza rischi.

Si può mangiare il pesce in gravidanza?
Si può mangiare il pesce in gravidanza?

Quali pesci mangiare e quali evitare? Mangiare pesce in gravidanza significa fare il pieno di Omega 3, i grassi buoni contenuti nel pesce azzurro. Mangiare alici, sardine e sgombri, ovvero pesci di piccole dimensione permette alla futura mamma di fare il pieno di Omega 3 senza rischi, cosa che può succedere mangiando tonno, pesce spada e pesce azzurro di grande taglia. Questi ultimi accumulano sostanze inquinanti come il mercurio in quantità maggiore, mentre i pesci piccoli ne accumulano in piccolissime quantità, innocue per madre e figlio.