La personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano

Capire la personalità in base alla lunghezza delle dita si può, basta osservare la propria mano

La personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano
La personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano

Non ci sarebbe nessun fondamento scientifico che fa da base a questa strana teoria secondo cui si può capire la personalità di una persona in base alle dita della sua mano, però è affascinante pensare che la lunghezza delle dita possa rivelare dei dettagli anche nascosti di noi stessi.In pratica, esistono tre categorie di dita della mano, ovvero al categoria A, la categoria B e la categoria C.  La foto è ampliamente esaustiva, non si deve fare altro che distendere la mano e osservare a quale delle tre corrisponde.

La personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano
La personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano

Fatto? Bene, si è a metà dell’opera! Adesso bisogna decifrare la forma, visto che la personalità dipende dalla lunghezza delle dita della mano. Se si fa parte della categoria A, si è tra le persone con l’anulare più lungo dell’indice, quindi molto belle esteticamente e irresistibili. Decise, determinate e affascinanti, non hanno paura di rischiare per raggiungere lo scopo. I lavori adatti sono soldato, ingegnere, giocatore di scacchi. Inoltre si è molto bravi nei cruciverba.

Se si fa parte della categoria B, si ha la mano con l’anulare più corto dell’indice. Sono dotati di molta fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, finoa  diventare arroganti. Chi ha questa lunghezza delle dita ama stare solo e in tranquillità, specie nel tempo libero. Dal punto di vista amoroso, non fanno mai il primo passo ma apprezzano le attenzioni. Ultima categoria la C, persone con l’anulare della stessa lunghezza dell’indice. Pacifiche, poco amanti dei litigi, organizzati e molto cordiali. Caratteristica lampante è la fedeltà, la tenerezza e le attenzioni nei confronti di chi amano.