Oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo

Ci sono usanze, oggetti e affini che vengono considerati assolutamente normali, ma che in alcune parti del mondo sono assolutamente vietate. Di seguito, gli oggetti e le usanze normali vietate in giro per il mondo

Oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo
Oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo

Dagli ovetti Kinder al ballare, dallo giocare al Casinò all’indossare i jeans, esistono degli oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo. Sembra strano, ma purtroppo è così che va il mondo al giorno d’oggi. Si viaggia da un estremo all’altro e magari si infrange la legge senza volerlo.

Ad esempio, l’ovetto Kinder negli USA sono vietati per le sue sorprese, tropo pericolose per i bambini secondo gli Americani. Beh, nel Burundi il jogging è un’attività vietata. Il paese più sperduto del mondo ha un valido motivo per vietare la corsa: pare che alcune sommosse venivano progettate mentre le persone andavano a fare jogging. Non stupisce che correre sia una tra gli oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo. Che dire della Cina, che vieta la parola e la vendita del GELSOMINO? A causa della Rivoluzione dei Gelsomini proveniente dalla Tunisia durante la Primavera Araba. Se sembra assurdo, la stessa Cina vieta di reincarnarsi.

Gossip news  Oroscopo di oggi 24 maggio 2016, ottimo Scorpione e Pesci, felicità per Sagittario
Oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo
Oggetti e usanze normali vietate in giro per il mondo

Guai a masticare gomma a Singapore, in quanto durante delle proteste, si appiccicavano gomme dappertutto. In india sono vietate le pubblicità degli alcolici, mentre il ballare non è contemplato in Giappone ( e neanche farsi un tatuaggio). Esistono locali dove si balla, ma solo fino alla mezzanotte. Una delle usanze normali vietate in giro per il mondo è giocare al Casinò, ma non certo solo nei paesi arabi…nel Principato di Monaco!Ebbene, pare che solo gli stranieri lo possano fare, mentre i residenti no. E’ un divieto che risale dall’800, quando si temeva che i capifamiglia sperperassero tutti i loro averi. Nella top ten di questa sorta di classifica, la Corea del Nord con due divieti assurdi: esprimer la propria opinione (capibile, visto che è una dittatura) e il divieto di indossare i jeans blu, in quanto simbolo dell’America Capitalista. I jeans neri, comunque, sono legali.

Gossip news  Oroscopo del giorno di domani 13 settembre 2016, oggi avventure romantiche per Sagittario, insicurezza per Bilancia