Gianna Nannini, emerge finalmente il suo segreto: per anni ha taciuto

Gianna Nannini, la nota cantante rock, famosa soprattutto per essere stata una tra le prime cantanti donne ad utilizzare questo genere musicale nelle sue canzoni, ha finalmente parlato di sua figlia Penelope. La domanda che in molti si fanno è qual è l’identità del padre della bambina?

Chi è il padre di Penelope Nannini?

Gianna Nannini è nata il 14 giugno del 1954 a Siena. I suoi genitori gestivano una pasticceria nel suo paese di origine e nonostante la piccola Gianna avesse già un futuro lavorativo assicurato, ha deciso di andare contro tutto e tutti per seguire la sua passione per la musica. La principessa ribelle del rock non ha avuto vita facile in questo mondo, eppure grazie alla sua tenacia e al suo talento, oggi è una tra le cantanti rock più apprezzate di sempre. Nonostante la sua età, mantiene uno stile sempre contemporaneo, ne sono prova anche le varie collaborazioni che effettua con i suoi colleghi più giovani. Se la sua storia e le sue canzoni le conoscono tutti, quello che Gianna Nannini tiene segreta è la sua vita privata. Da poco ha finalmente rilasciato qualche notizia in più in una recente intervista, nella quale ha parlato di sua figlia Penelope. La bambina, nata nel 2010, mediante inseminazione artificiale, ha reso la sua mamma, la donna più felice del mondo. La maternità Gianna l’ha sempre voluta, ma purtroppo ci sono voluti molti tentativi prima che potesse attaccare il fiocco rosa davanti la porta.

“Hai aspettato che fossi pronta. Per tre volte non lo sono stata, ma oggi lo sono. Tu, il più grande amore della mia vita, arrivi dopo il dolore profondo e lo shock”, aveva scritto Gianna in un post appena aveva saputo di essere incinta.In molti si sono chiesti chi fosse il padre della bambina. Questa informazione non viene rilasciata dalla cantante, la quale mantiene l’argomento con il massimo dell’anonimato.

Perché Gianna ha chiamato sua figlia Penelope

Se del padre biologico non si sa niente, quello che viene menzionato dalla cantante è il motivo per cui lei e la sua compagna (da oltre 40 anni) Carla, hanno deciso di chiamare la bambina Penelope. Gianna Nannini ha dovuto aspettare tanto prima di poter diventare mamma, così come Omero nell’Odissea ha dovuto aspettare tanto prima di riabbracciare sua moglie Penelope. Capiamo subito l’analogia del nome scelto. Oggi la piccola Penelope ha quasi dodici anni e vive insieme alle sue mamme a Londra, città che ha permesso alle due donne di sposarsi mediante rito civile. In Italia la bambina non sarebbe stata tutelata legalmente, mentre in Inghilterra le cose sono diverse. Gianna Nannini è stata aspramente criticata per la decisione di avere una bambina così in tarda età, ma nonostante questa cattiveria gratuita, la cantante si gode le gioie di essere moglie e madre.