I semi di anguria si mangiano, strano ma vero

I semi di anguria si mangiano, o ci sono controindicazioni? Finalmente la risposta a questa domanda

I semi di anguria si mangiano, strano ma vero
I semi di anguria si mangiano, strano ma vero

I frutti dell’estate più gettonati sono sicuramente melone ed anguria. Rinfrescanti e con innumerevoli proprietà, hanno entrambi due difetti. Il primo è il doverli tagliare, soprattutto il cocomero; mentre il secondo sono i semi di anguria. Ogni estate si ripresenta un quesito non da poco per salutisti e consumatori di questo frutto straordinario.

Tutti si chiedono se i semi di anguria si mangiano o meno. La paura, alimentata da pareri discordanti, è quella di ingerire questi piccoli chicchi neri e sentirsi male. Cosa sarebbe giusto fare in presenza dei semi di anguria? Fermo restando che, se ingoiati interi, transitano senza fare danni, nella tradizione asiatica è molto diffusa l’usanza di essiccare i semi e sbriciolarli per utilizzarli in cucina. Essi sono gli ingredienti di base per zuppe e infusi. Segno che i semi di anguria si mangiano, eccome!

I semi di anguria si mangiano, strano ma vero
I semi di anguria si mangiano, strano ma vero

I semi di anguria sono molto ricchi di sostanze nutritive. Hanno la fortuna di contenere molti sali minerali, tra cui ferro e magnesio, oltre a proteine, vitamine del gruppo B e acidi grassi insaturi (ovvero, il famoso Omega 6). Sempre in Asia, i semi di anguria si mangiano in caso di parassiti e/o vermi intestinali, per aiutare l’organismo ad espellerli. Questi piccoli chicchi neri hanno anche proprietà lassative. Come in tutto, non bisogna esagerare, perché dosi eccessive possono fare più male che bene.