Buco nei finestrini degli aerei, dettaglio importante e curioso

Un dettaglio di poco conto, ma che ha salvato migliaia di vite. Nessuno ci fa caso al buco nei finestrini degli aerei, eppure è un dettaglio fondamentale per la sopravvivenza umana.

Buco nei finestrini degli aerei, dettaglio importante e curioso
Buco nei finestrini degli aerei, dettaglio importante e curioso

Da quando l’uomo si è intestardito a provare a volare, nel corso della storia ci sono stati esperimenti di successo e fallimentari. Leonardo Da Vinci aveva progettato una macchina volante e dai sui disegni e vari vicissitudini, ecco gli aerei. Vero e proprio capolavoro di ingegneria, per pilotare un aereo bisogna avere anni di pratica. Esiste il buco nei finestrini degli aerei, dettaglio curioso ma funzionale.

Nei primi aerei, i finestrini erano addirittura di forma quadrata e scoppiavano durante il volo, se non al decollo, a causa della pressione. La ragione della loro forma arrotondata e soprattutto della presenza del buco nei finestrini degli aerei è ddovuta allla gestione della differenza di pressione tra l’esterno e l’interno e alla possibilità di vista fuori dal finestrino.

Buco nei finestrini degli aerei, dettaglio importante e curioso
Buco nei finestrini degli aerei, dettaglio importante e curioso

Gli aerei hanno l’obbligo di avere l’interno pressurizzato e la pratica si fa artificialmente. Per facilitare l’operazione, il foro stabilizza la pressione esterna, molto bassa, con quella interna. I finestrini degli aerei sono formati da tre pannelli e solo i primi due dall’esterno hanno il foro. Altra funzione del buco nei finestrini degli aerei è di permettere la vista. Questo buco toglie umidità e impedisce l’appannamento e il ghiaccio fuori dal finestrino.