Svelato il mistero del deja vu, è un antivirus del cervello

Il mistero del deja vu, ovvero la sensazione inspiegabile di aver giù vissuto quell’identico e preciso momento, potrebbe avere finalmente una spiegazione: è un antivirus del cervello

Svelato il mistero del deja vu, è un antivirus del cervello
Svelato il mistero del deja vu, è un antivirus del cervello

Il deja vu arriva all’improvviso e ci coglie sempre di sorpresa. Non si può descrivere la sensazione di disagio e di inquietudine che si prova quando ci si rende conto di aver già vissuto quell’istante preciso, addirittura identico a come si è svolto. Il cervello umano è uno scrigno di segreti non ancora rivelati, tra cui proprio il mistero dei deja vu.

Svelato il mistero del deja vu, è un antivirus del cervello
Svelato il mistero del deja vu, è un antivirus del cervello

Il mistero del deja vu è stato finalmente svelato

Dapprima si pensava che questa sorta di fenomeno fosse dato da un falso ricordo: il cervello ”inventava” e immagazzinava situazioni mai accadute a causa dei neuroni sovraccarichi di informazioni. Ebbene, è tutto falso.Un nuovo studio ha concluso che il fenomeno del deja vu è dato dal cervello. Come il computer, ogni tanto, fa una scansione della propria memoria, anche il corpo umano controlla il proprio archivio e verifica che non nasconda errori o file danneggiati.

E’ incredibile scoprire che la mente ha un suo antivirus che si attiva al bisogno. Il merito della scoperta va all’Università scozzese di St. Andrews: attraverso la risonanza magnetica si è dimostrato che la sensazione di già visto innesca le regioni frontali coinvolte nei processi decisionali, non l’ippocampo e le altre aree cerebrali associate alla memoria. E’ un segno inequivocabile che il cervello sta lavorando bene e gode di ottima salute.