Padova: Eleonora Bottaro 18enne è morta perchè la famiglia rifiutò la chemioterapia

Eleonora Bottaro morta leucemia Padova
Eleonora Bottaro morta leucemia Padova

La leucemia non ha perdonato e ha tolto la vita ad una ragazza padovana, brillante studentessa dell’Istituto di Agraria di Bagnoli, in Provincia di Padova, Eleonora Bottaro. La triste vicenda ha avuto il suo tragico epilogo dopo circa un anno dall’insorgenza della malattia. Potrebbe sembrare un caso come, purtroppo molti altri ma la particolarità è nel fatto che i genitori della ragazza, mentre ancora lei non aveva la maggiore età, in ogni caso in accordo con lei, hanno rifiutato le cure con la chemioterapia.

Eleonora Bottaro con i suoi genitori Rita e Lino, hanno dunque scelto la via delle terapie alternative che sono consistite in dosi massicce di cortisone e vitamina C, praticate in una clinica Svizzera. Ai genitori il Tribunale aveva anche revocato la patria podestà ma questa è un’altra storia. La famiglia era convinta delle teorie del medico tedesco Ryke Geerd Hamer secondo il quale le malattie sono la risposta dell’organismo a traumi psicologici irrisolti. La ragazza aveva vissuto il trauma della morte del fratello 22enne nel 2013 e a questo è stata riferita l’insorgenza della leucemia.

Gossip news  "Loro chi?" la nuova commedia con Edoardo Leo e Marco Giallini al cinema dal 19 novembre

La giovane, dunque, non ce l’ha fatta e nessuno può dire con assoluta certezza se sarebbe ancora viva, magari guarita se avesse seguito le cure indicate dalla medicina. Le statistiche dicono che questo sarebbe stato molto probabile.