Prete innamorato lascia il sacerdozio, l’annuncio durante la Messa

Annuncio shock di un parroco durante la Messa: don Marco Scarpa di San Pantalon a Venezia è un prete innamorato e sembra pronto a lasciare il sacerdozio

Prete innamorato di Venezia lascia il sacerdozio, l'annuncio durante la Messa
Prete innamorato di Venezia lascia il sacerdozio, l'annuncio durante la Messa

Mi sono innamorato e lascio il sacerdozio. Queste sono le parole che, come lame, hanno trafitto lo stomaco e il cuore dei fedeli di San Pantalon, a Venezia. Don Marco Scarpa, professione parroco, è pronto a rinunciare alla veste pur di seguire il suo cuore. Anche i preti hanno momenti di crisi e sentono il bisogno di abbandonare il proprio ministero. Certo, il prete innamorato crea molte polemiche e domande.

Prete innamorato di Venezia lascia il sacerdozio, l'annuncio durante la Messa
Prete innamorato di Venezia lascia il sacerdozio, l’annuncio durante la Messa

Le reazioni riguardo il prete innamorato

Quello che stupisce di questo parroco di Venezia è che abbia fatto l’annuncio pubblicamente, davanti ai propri fedeli al termine della Messa della domenica. La decisione è già stata comunicata al patriarca Francesco Moraglia. Insomma, Don Marco, prete innamorato, abbandona il sacerdozio, ma non sembra essere definitiva.

Gossip news  Paolo Fox, oroscopo di oggi 2 luglio 2016: a Latte e Miele Ariete in agitazione, Toro a caccia di emozioni

Chi è il prete innamorato

Don Marco aveva due ruoli: responsabile diocesano per l’Ecumenismo e parroco a San Pantalon, a Venezia. Per un po’ il prete innamorato vuole prendersi una pausa. Solo così potrà schiarirsi le idee e riflettere attentamente sulle sue scelte di vita. Scusandosi per i suoi peccati, durante la Messa ha lasciato i suoi fedeli ringraziandoli per gli anni trascorsi insieme. Non si tratta, comunque, di un addio definitivo al sacerdozio: il Don è stato sospeso, ma è una situazione revocabile in ogni momento. La parrocchia è stata già affidata a un altro prete, in quanto Don Marco non può più celebrare i sacramenti.