Stai facendo un video? Bravoh, Tiziana Cantone morta suicida

E’ morta suicida Tiziana Cantone, protagonista del cliccatissimo video amatoriale che ha lanciato il tormentone: Stai facendo un video? Bravoh

Stai facendo un video? Bravoh, Tiziana Cantone morta suicida
Stai facendo un video? Bravoh, Tiziana Cantone morta suicida

E’ morta suicida Tiziana Cantone. Il nome non dirà granché, ma se si pronuncia la frase Stai facendo un video? Bravoh, sicuramente più di qualcuno la riconoscerà nella veste di protagonista di un video hard amatoriale finito per sbaglio in Rete. Tutto è finito con un foulard intorno al collo a casa di sua madre. Non poteva più sopportare la vergogna di essere stata l’involontaria protagonista di un gioco hard che, per circostanze ancora da chiarire, è stato reso noto attraverso i social.

La vicenda del video hard

Tiziana Cantone, ragazza di origini campane dai lunghi capelli corvini, è stata la protagonista di un film hard amatoriale che si è diffuso a macchia d’olio in tutto il Belpaese. In un parcheggio nei pressi di Napoli, lei e un giovanotto si sono intrattenuti in atteggiamenti molto intimi. Il ragazzo ha girato il video con il suo smartphone. Tramite Whatsapp è poi passato alla Rete. La frase Stai facendo un video? Bravoh è diventata un tormentone, tanto che la povera ragazza non viveva più per la vergogna e la depressione.

Stai facendo un video? Bravoh, Tiziana Cantone morta suicida
Stai facendo un video? Bravoh, Tiziana Cantone morta suicida

Il nome di Tiziana Cantone era riapparso agli onori delle cronache per una sentenza importante. Il suo avvocato ha citato in giudizio Youtube, Google, Yahoo Italia e Facebook Ireland, oltre alle persone coinvolte nella diffusione del video. Ha così ottenuto un provvedimento urgente per rimuovere le immagini contestate definitivamente. Tiziana era depressa, insultata e additata da tutto il paese e, probabilmente, il fascicolo aperto dagli inquirenti ora sarà per istigazione al suicidio.

31enne morta suicida, le dichiarazioni della mamma e della zia

Istigazione al suicidio. Questo significa che Tiziana Cantone è stata indotta ad impiccarsi con un foulard. La madre, sconvolta dal dolore, ha rilasciato delle dichiarazioni sconcertanti agli inquirenti. Vedeva Tiziana depressa e in preda all’angoscia da un po’ di giorni. Nonostante avesse finalmente ottenuto dai giudici il diritto all’oblio, la ragazza era stata condannata a versare la somma di 20mila Euro per pagare le spese legali, mentre le . Un giudice ha ritenuto che la 31enne fosse consenziente al video. Uccisa dalla Rete e dall’indifferenza di tanti, troppi. Da chi ha diffuso il filmato. D chi lo ha condiviso. Da chi ha deriso Tiziana Cantone, facendo parodie e meme con la frase Stai facendo un video? Bravoh. Da chi rappresenta la giustizia, perché l’ha messa alla gogna una seconda volta. Da chi ora si dispiace per la ragazza morta suicida, mentre in passato l’ha insultata (persone comuni e vip).

La zia di Tiziana rappresenta il dolore di una famiglia distrutta da Internet. Con le ultime forze rimaste, prega tutti di far finire il calvario,per rispetto di Tiziana e della sua famiglia in lutto. Da Mugnano e Casalnuovo, Tiziana Cantone voleva fuggire e cambiare identità, ma si è resa conto che il web e il filmato hard l’avrebbero seguita ovunque. La ragazza morta suicida nella cantina di casa della madre avrebbe trascinato tutta la sua famiglia nella spirale della vergogna. La madre, dipendente del Comune di Casalnuovo, è stata costretta a presentare certificati medici per paura di essere presa di mira sul posto di lavoro. Sui social si ricorda Tiziana e perché è diventata famosa, ma in molti vorrebbero sapere il nome della persona che ha dato inizio a tutta questa follia, mettendo in Rete il filmato e dirgli Stai facendo un video? Bravoh.