Paolo Di Canio scopre il tatuaggio DUX, Sky Sport lo sospende

Tatuaggio fatale per Paolo Di Canio, ex calciatore e opinionista TV. Sospeso da Sky Sport per colpa del tatuaggio DUX su un braccio

Paolo Di Canio scopre il tatuaggio DUX, Sky Sport lo sospende
Paolo Di Canio scopre il tatuaggio DUX, Sky Sport lo sospende

Vera e propria bufera social per Paolo Di Canio. L’ex calciatore è diventato opinionista e recentemente conduttore di un programma che si chiama Di Canio Premier Show. Siamo agli sgoccioli per quanto riguarda l’estate e fa caldo. Di conseguenza, Di Canio ha preferito indossare una maglietta a maniche corte per condurre il suo programma. Nulla di strano, ma qualche telespettatore non ha gradito un particolare che spiccava in bella vista proprio su un braccio del Di Canio. Si tratta di un tatuaggio: la scritta DUX, la quale rimanda a Benito Mussolini e al Fascismo.

La bufera sui social per il tatuaggio DUX di Paolo Di Canio

Le idee politiche dell’ex giocatore sono note a tutti da tempo. In passato era stato più volte redarguito per aver esultato in campo con il saluto romano. Quando lavorava per il Sunderland, dovette addirittura fare un comunicato stampa per far tacere voci e polemiche. Non c’è quindi da stupirsi se Di Canio ha un tatuaggio di questo tipo. I social sono stati il combustibile che ha aiutato a far divampare la fiamma. Più di qualche telespettatore si è sentito offeso vedendo il tatuaggio DUX spiccare sul braccio dell’ex Lazio. Il popolo social ha invocato dei provvedimenti  e Sky Sport, in queste ore, lo sta accontentando.

Tatuaggio DUX: Paolo Di Canio sospeso da Sky Sport

I giorni sono passati e sembrava che la vicenda fosse bella e conclusa. Invece, poche ore fa è arrivata la decisione di Sky Sport in merito alla vicenda del tatuaggio con la scritta DUX. E’ toccato al vicepresidente esecutivo Jacques Raynaud comunicare la sospensione di Paolo Di Canio dall’emittente. Per Sky non è una perdita, visto che con la supersfida di Serie A Inter-Juventus, il conduttore non avrebbe potuto comunque condurre il suo show. Non è chiaro, comunque, se questo provvedimento particolare sia a tempo o definitiva. Il paradosso è che sono gli stessi social che ora protestano alla sospensione del Di Canio.