Influenza 2016-2017: già isolato il virus A/H3

virus Influenza 2016-2017

Come ogni anno si comincia già a parlare di influenza, anche se questa sarà anticipata dalle forme parainfluenzali, non la vera e propria influenza ma con sintomi molto simili. E’ importante, per la scienza medica, riuscire a diagnosticare il più presto possibile il primo caso di influenza vera, in modo da isolare il virus responsabile e mettere in commercio nei giusti tempi il vaccino adeguato.

Quest’anno è già stato isolato il virus che sarà responsabile dell’epidemia influenzale di quest’anno; si tratta del virus A/H3, isolato su un bambino proveniente dalla Libia. Il virus A/H3 provoca i classici sintomi influenzali, raffreddore, infiammazione delle prime vie aeree, disturbi gastro intestinali ma non dovrebbe essere di ceppo particolarmente aggressivo e virulento. L’unico problema è che già si conosce questo virus che ciclicamente torna a farsi vedere e sappiamo che una delle complicazioni più frequenti è legata alle complicazioni polmonari.

Dunque, particolare attenzione va posta nei riguardi delle persone maggiormente a rischio per queste patologie, immunodepressi, anziani, con altre patologie che predispongono alle infezioni ecc. Il vaccino resta l’unica arma preventiva contro il virus influenzale e viene raccomandata l’inoculazione a tutti ma certamente di più alle persone a rischio. Va considerato anche l’aspetto sociale della malattia, che sottrae ore di lavoro, maggiori costi sociali e maggiori costi per il sistema sanitario per curarne le complicazioni, magari anche con ricoveri ospedalieri che potrebbero essere evitati.

Infine, poiché si tratta di un virus, il ricorso agli antibiotici per trattare l’influenza è assolutamente inutile, anzi, potrebbe essere deleterio in quanto un uso improprio degli antibiotici aumenta il rischio di creare ceppi batterici resistenti agli antibiotici, creando grosse difficoltà in fase di cura di malattie provocate da tali batteri resistenti. Come sempre, soltanto il medico potrà valutare e decidere, eventualmente, la prescrizione di antibiotici, qualora ne ravvisi la necessità. No alle terapie fai da te, anche se i sintomi influenzali si possono curare tranquillamente con farmaci da banco, paracetamolo in testa.

Occorre tenersi a riposo per alcuni giorni e seguire un’alimentazione leggera. Nella maggior parte dei casi l’influenza passerà da sola, senza alcuna conseguenza, senza nemmeno bisogno del medico, purché si veda che i sintomi si tengono bene sotto controllo. In caso di febbre molto elevata o in caso di dubbio, il medico va consultato.