Riscaldare una stanza con 10 centesimi al giorno, altra bufala web

Ennesima bufala web correlata da un vecchio video pubblicato su Youtube per risparmiare sul riscaldamento

bufala-web-risparmiare-sul-riscaldamento

Due vasi e delle candele per riscaldare una stanza con 10 centesimi al giorno. Un video esemplificativo in cui si spiega, passo dopo passo, come usare gli strumenti e avere il giusto tepore senza spendere cifre astronomiche a fine mese. La sera le temperature si abbassano e con l’arrivo della stagione fredda si riesuma una vecchia bufala web per risparmiare sul riscaldamento.

Riscaldare una stanza in economia, bufala web

Il video è stato postato su Youtube l’anno scorso, ma sta incominciando a girare soprattutto su Facebook e vuole provare a convincere chi è attento a risparmiare sul riscaldamento. Si possono spendere solo 10 centesimi al giorno per riscaldare una stanza e di conseguenza tutta la casa. La bufala corre sul web a una velocità impressionante e sono in molti che credono a queste teorie farlocche.

La diffusione di questa bufala web si deve alla sua semplicità. Si posizionano delle candele accese su un vassoio di metallo e si coprono con un vaso in terracotta. Poi si copre il primo vaso con un secondo più grande. Si fa presto a fare due conti: si può riscaldare una stanza spendendo solo 10 centesimi al giorno. Niente più stufe elettriche, termosifoni accesi e bollette salate. L’aria si scalda grazie alle candele. L’aria calda esce dai fori dei vasi. Il calore si dirigerà verso l’alto, creando una corrente tra aria calda e fredda. L’aria calda uscirebbe dal foro centrale del vaso, permettendo di riscaldare e risparmiare sul riscaldamento.

riscaldare-una-stanza-con-10-centesimi-al-giornoRisultati garantiti ed elezione del metodo come strumento efficace per risparmiare sul riscaldamento, almeno, secondo chi lo ha ideato. Peccato che questo sistema possa funzionare solo per riscaldare una stanza grande quanto uno sgabuzzino e che oi bisogna aerarla per non respirare i fumi prodotti da candele di dubbia provenienza. Diverse persone che hanno provato l’esperimento assicurano che sia l’ennesima bufala web che fa buttare via 10 centesimi al giorno.