Fantasma di Napoleone a Udine, arrivano gli acchiappafantasmi

Ultimo avvistamento a Udine sei giorni fa. La squadra della National Ghost Uncover indaga

fantasma napoleone udine acchiappafantasmi

Napoleone Bonaparte è tornato a Udine. Dopo ben 219 anni, l’imperatore è tornato per firmare il Trattato di Campoformido. O almeno, così ha riferito a due persone incontrate per strada Lo riportano il Gazzettino del Friuli e il Messaggero del Friuli Venezia Giulia. Il fantasma di Napoleone è apparso i città, proprio sotto la Loggia del Lionello. E stavolta sono arrivati gli acchiappafantasmi. O meglio, rappresentanti dell’associazione National Ghost Uncover che si occupa di registrare ogni apparizione. Nata in Emilia Romagna nel 2010, gira tutta Italia per registrare le apparizioni e raccogliere interviste di chi ha segnalato. In questo caso, una nota commerciante del luogo e un dipendente comunale.

fantasma-napoleone-udine-acchiappafantasmiIl Presidente degli acchiappafantasmi della National Ghost Uncover si chiama Massimo Merendi. E’ lui a coordinare tutta l’equipe per raccogliere più dati possibili riguardo l’apparizione di Napoleone Bonaparte a Udine e ad aver parlato con la stampa. Il fantasma di Napoleone è apparso ben quattro volte nei pressi del Municipio dal 2014 ad oggi. La prima risale al 1996. Inoltre, all’associazione National Ghost Uncover risultano altre cinque segnalazioni di ectoplasmi e presenze. I testimoni sono 23 per quanto riguarda l’Imperatore, segno che l’ombra o il fenomeno paranormale si sia manifestato a più persone.

L’apparizione del fantasma di Napoleone Bonaparte

Udine città del mistero? Potrebbe essere il nuovo slogan per attirare turisti e fan dei National Ghost Uncover. Eppure, i testimoni udinesi hanno rintracciato gli acchiappafantasmi (non hanno neanche un sito Internet). Il Friuli pullula di presenze e di ectoplasmi: sono famosi gli avvistamenti di un cavallo bianco a San Daniele e un fantasma in una villa antica di Tarcento. L’ultima sei giorni fa, proprio sotto la Loggia del Lionello a Udine. Napoleone Bonaparte avrebbe parlato in francese e in italiano, presentandosi e indicando una moneta, un Luigi catalogato come reperto dagli esperti di paranormale.

La storia insegna che Napoleone Bonaparte sia passato a Udine perché di strada per firmare il Trattato di Campoformido. Nonostante sia un comune del Friuli realmente esistente, il prezioso trattato fu firmato a Villa Manin, in località Passariano di Codroipo, dimora estiva dell’ultimo doge. Il documento doveva essere siglato alle 17 a metà strada tra Villa Manin che ospitava l’Imperatore e Udine, sede del comando austriaco. Temendo cambiamenti repentini da parte di Napoleone, gli austriaci si precipitarono a Villa Manin. Bonaparte si scusò per il ritardo e il disguido: attendeva un corriere da Parigi e non aveva esperienza diplomatica. Il fantasma di Napoleone che vaga per la città non sarà un modo per scusarsi dell’accaduto?