Invasione di cimici cinesi in Friuli, chiesto lo stato di calamità naturale

Stato di emergenza per la presenza di cimici cinesi in territorio friulano. Sciami di cimici verdi e marroni hanno costretto alcune aree del Friuli a chiedere lo stato di calamità naturale

Invasione cimici cinesi in Friuli

Sciami di cimice marmorata asiatica stanno letteralmente mettendo in ginocchio il Friuli. Questi insetti sono stati localizzati nelle zone del Sedeglianese, a Udine e periferia. Codroipo, Basiliano, Mereto di Tomba e Flaibano registrano una straordinaria invasione di cimici cinesi verdi e marroni che hanno costretto gli abitanti di questo specifico territorio friulano a barricarsi in casa. A Sedegliano la situazione è molto grave. Il vicesindaco ha deciso di chiedere alla Regione lo stato di calamità naturale.

Cimici cinesi, il Friuli chiede stato di calamità naturale
Cimici cinesi, il Friuli chiede stato di calamità naturale

La drastica decisione del Comune di Sedegliano di chiedere lo stato di emergenza è un atto dovuto. La situazione drammatica provocata da cimici cinesi ha provocato danni ingenti all’agricoltura. Il comparto agricolo del territorio friulano è in ginocchio, per non parlare dei problemi alle abitazioni provocati da questi insetti molesti. La cimice marmorata asiatica si riunisce in nuvole di sciami talmente grosse e voluminose che la gente, terrorizzata, è costretta a barricarsi in casa propria e chiamare i Vigili del Fuoco.  Non è tanto piacevole aprire la finestra o uscire in terrazza e trovarsi cumuli di cimici verdi puzzolenti che penzolano dai muri, non solo per chi abita nelle vicinaze delel coltivazioni di soia.

Gossip news  Oroscopo del giorno di domani: 26 Dicembre 2015, fortuna oggi

Come allontanare le cimici cinesi

La buona notizia è che la cimice cinese non è pericolosa per gli esseri viventi perché non sono velenose e neanche veicoli di virus o altre patologie, però danneggia i raccolti e il clima caldo umido aiuta la loro proliferazione. Ad oggi non esistono rimedi contro le cimici se non le basse temperature invernali. Neanche l’insetticida più potente al mondo può fare molto. Nel frattempo che gli esperti studiano una soluzione per l’allontanamento di queste cimici marroni dai campi coltivati, il Medio Friuli fa la conta dei danni provocati da questa invasione di cimici. Lo stato di calamità naturale è un atto necessario per attivare il Fondo Emergenza di Agricoltura per il ristoro, in modo da arginare i danni.

Gossip news  Oroscopo di oggi 10 giugno 2016, incontri per Ariete e Cancro, futuro per Bilancia

Salva