Incidente stradale a Seren Del Grappa (Belluno), muore Francesco Bottignole

Terribile incidente stradale a Seren Del Grappa (Belluno): la vittima è Francesco Bottignole di 23 anni

Incidente stradale a Seren Del Grappa (Belluno), muore Francesco Bottignole

Francesco Bottignole, 23 anni di Fonzaso, nel Bellunese, certo non immaginava di trovare la morte in una maniera crudele e atroce. Aveva trascorso una piacevole serata con gli amici, cose normali che fanno tutti i ragazzi poco più che ventenni, e si apprestava a tornare a casa. Per cause ancora da chiarire, è rimasto vittima di un incidente stradale fatale: la Peugeot 206 del ragazzo, alla guida dell’auto, è finita contro un muro a Seren Del Grappa, nella provincia di Belluno. Le condizioni del giovane della Rugby Feltre sono apparse ai soccorritori molto gravi. Subito dopo il ricovero in ospedale, è morto per le gravi ferite riportate. In macchina erano presenti altre tre persone, anch’esse ferite ma non in maniera grave.

Incidente stradale a Seren Del Grappa (Belluno), muore Francesco Bottignole
Incidente stradale a Seren Del Grappa (Belluno), muore Francesco Bottignole

Il 23enne Francesco Bottignole ha trovato la morte in piazza della Vittoria a Rasai, in zona Seren del Grappa (Belluno). In prossimità di restringimento della carreggiata, l’auto su cui viaggiava il giovane di Fonzano con i suoi amici, probabilmente per l’alta velocità, è finita contro il muro di una casa. I testimoni raccontano che il boato provocato dalla Peugeot 206 di Francesco che ha squarciato il silenzio della notte all’1.30 circa sembrava il fragore di una bomba e, purtroppo, ha provocato una giovane vittima.

Un impatto così violento da distruggere la Peugeot 206 e danneggiare pesantemente i muri esterni della casa di Seren Del Grappa su cui l’auto si è schiantata: si vedono ad occhio nudo profonde crepe e le incrinature, tanto che sono necessari dei sopralluoghi per mettere in sicurezza la proprietà. A seguito dell’incidente stradale e della morte di Francesco Bottignole di 23 anni, la famiglia ha già dato il nulla osta per l’espianto degli organi. Francesco era molto conosciuto in zona in quanto gicava a rugby con la società Rugby Feltre, la quale in segno di lutto non è scesa in campo.