Polemica Giancarlo Magalli a I Fatti Vostri, la frase shock contro la Calabria

Giancarlo Magalli è al centro di una polemica a causa di una dichiarazione che ha fatto infuriare i calabresi durante una puntata de I Fatti Vostri

Polemica Giancarlo Magalli I Fatti Vostri
Polemica Giancarlo Magalli I Fatti Vostri

Gravissima polemica quella che ha coinvolto Giancarlo Magalli e tutti i colleghi del programma di Rai 2, I Fatti Vostri. Perché il simpatico conduttore televisivo è finito nell’occhio del ciclone? Nel corso di una puntata del programma della Rai, Magalli ha fatto una battuta poco gradevole. Il tutto durante il famoso gioco al telefono. Sul web e sullo specifico su Facebook è un vero e proprio putiferio per la frase shock contro la Calabria, tra commenti di calabresi infuriati e il presentatore che risponde per le rime.

Polemica Giancarlo Magalli I Fatti Vostri
Polemica Giancarlo Magalli I Fatti Vostri

La battuta di cattivo gusto pronunciata da Giancarlo Magalli durante il programma I Fatti Vostri ha fatto infuriare i calabresi e la Calabria intera. Tutto è iniziato con il famoso gioco al telefono in cui il conduttore chiama dei numeri a caso, sperando che qualcuno risponda dall’altra parte del filo. Hanno provato a chiamare il Signor Antonio di Casignana, in provincia di Reggio Calabria. Il signore non ha risposto e Magalli si è fatto scappare la frase shock, ovvero che ci hanno provato anche oggi ma “se voi ( riferito ai calabresi) andate in giro a scippare le vecchie è colpa vostra”. E ha continuato, evidenziando che a quest’ora in Calabria si danno ad attività criminali. Da qui, è scattata la polemica e i social del conduttore si sono riempiti di commenti contro di lui.

Indignazione e sgomento, oltre ad innescare una polemica infinita sul web, ha fatto scattare anche azioni legali. Il sindaco Vito Antonio Crinò ha mandato un esposto alla Rai, perché il presentatore Giancarlo Magalli durante la puntata de I Fatti Vostri ha leso gravemente la dignità delle persone della comunità casignanese. Il presentatore ha già risposto ad alcuni commenti su Facebook, giustificando la frase shock come uno scherzo e non voleva certo insinuare che la Calabria sia un covo di criminali e andare contro i calabresi. Inoltre, punta il dito su chi vuole strumentalizzare questo fatto, accusandolo di avere la coda di paglia e di avere scarso senso dell’umorismo.